museo della città di Vienna, reperti romani e l'eredità ebraica

Museo della Città di Vienna (Wien Museum)
Il museo storico della città raccoglie preziosi lasciti. Al secondo piano il vero "luogo di culto" del museo: piccoli ma preziosi quadri di Schiele, opere importanti di Gustav Klimt, di Gerstel, di Arnold Schönberg pittore e di Adolf Loos. I l museo ricovera le testimonianze di quello che veniva e viene ancora distrutto dai rifacimenti urbani e conserva i noltre opere d‘arte che per ragioni storiche e di conservazione non sono più sul luogo originale. Da non perdere in combinazione con la Palazzina della Secessione e i padiglioni della metropolitana di Otto Wagner da cui non è lontano. Il museo è la casa madre degli altri musei comunali della città come si vede nel sito:
http://www.wienmuseum.at/index.php?id=122

Museo dei Resti Romani (Römermuseum)
Pochi ma molto ben allestiti, i resti degli scavi dell'accampamento romano Vindobona permettono una visione di come era un accampamento romano sul limes.
http://www.wienmuseum.at/en/locations/location-detail/roemermuseum-1.html

Museo Ebraico, Palais Eskeles (Jüdisches Museum), Museo Ebraico Judenplatz (Museum Judenplatz) e Monumento alla Shoah
La tradizione ebraica di Vienna è strettamente legata alla sua storia e alla sua cultura ben presentata in questi due musei. Nel museo Judenplatz visitiamo i resti degli scavi della sinagoga e la ricostruzione del ghetto medioevali distrutti nel 1421. Davanti allo stesso museo è collocato il Monumento alla Shoah di Rachel Whiteread (2000), luogo importante della memoria storica della città. Il museo ebraico di Palais Eskeles è chiuso per restauri fino a fine giugno.
http://www.jmw.at